A volte avere il sito web non basta per ottenere nuovi clienti, anche quando stai facendo tutto nel modo giusto. Stai spuntando tutte le caselle, stai facendo tutto ciò che “dovresti” fare.

Tuttavia, nessuna conversione.

Invece di sbattere la testa contro il muro, chiedendomi dove hai sbagliato, lascia che ti aiuti.

Prima di tutto una premessa: devi capire cosa si intende quando parliamo del funnel (di vendita) o dell’imbuto di conversione.

Il funnel di vendita, è il percorso che una persona potenzialmente interessata a un prodotto o un servizio compie prima del suo acquisto.

funnel

Ecco l’immagine che spiega il funzionamento: si inizia con attrarre visitatori sul sito web, convertire una parte in potenziali clienti, contattarli e attrarre la loro attenzione ed infine vendere il prodotto desiderato. Chiaramente, questo è un riassunto del riassunto, ma basterà per comprendere meglio i seguenti passi.

 

Attrarre e coinvolgere

Il primo passo in qualsiasi funnel di vendita efficace è quello di attirare e coinvolgere un pubblico. E se si bloccano qui, beh … non venderai molto.

Ma senza questo primo passo critico, non hai letteralmente nulla. Perché è qui che devi creare la “massa”. Fortunatamente, questo è il problema più semplice da risolvere. Ecco come.

 

1 – Riconsidera il tuo pubblico di destinazione

Il primo passo è quello di capire il tuo pubblico, il tuo target. Se non capisci il tuo cliente ideale, non sai come indirizzare il tuo marketing. Se non sai come indirizzare il tuo marketing, non venderai nulla.

people

La tua canalizzazione di vendita potrebbe essere bloccata perché stai semplicemente prendendo di mira le persone sbagliate. Certo, potrebbero visitare il tuo sito Web o leggere i post del tuo blog, ma alla fine non compreranno nulla.

E perché? Perché non hanno il problema che il tuo prodotto o servizio risolve.

È possibile che quando hai creato il tuo piano di marketing per la prima volta, non hai determinato correttamente il tuo mercato di riferimento. Oppure, forse i tuoi prodotti / servizi sono cambiati e quel mercato non è più adatto.

Fai un passo indietro e rivaluta.

Ricomincia da capo e pensa a chi avrebbe bisogno del tuo prodotto.

  • Che tipo di persona sono?
  • In quale campo lavorano?
  • Che età hanno?
  • Dove vivono?
  • Quali sono i loro hobby?

 

2 – Aumentare la consapevolezza del marchio

La consapevolezza del marchio è uno dei primi passi per trasformare i potenziali clienti (lead) in clienti.

Significa che stai facendo sapere alla gente cosa fai e come sei meglio della concorrenza.

Senza di essa, non c’è business.

James Caan (un famoso imprenditore) disse:

“Puoi avere i migliori prodotti sul mercato o fornire il miglior servizio possibile, ma non otterrai nulla se hai un profilo basso o un marchio debole.”

Un marchio forte ti aiuta a rimanere al centro del tuo mercato. Significa che quando qualcuno ha bisogno di un prodotto o servizio che offri, la tua azienda è la prima a cui penserà.

Non vuoi che un potenziale cliente scelga di fare affari con qualcun altro solo perché il suo marchio è più riconoscibile, giusto?

E non devi pensare che questo sia rivolto solo ai grandi marchi: anche una panetteria o la farmacia di quartiere possiede un proprio marchio.

Alcuni modi semplici e veloci per aumentare la consapevolezza del tuo marchio sono:

  • Crea e condividi infografie
  • Guest post su altri blog
  • Pubblica articoli su LinkedIn
  • Lancia un podcast
  • E la cosa più importante # 1: devi essere UNICO. Non cercare di imitare gli altri, devi distinguerti dalla massa.

Se non sai come fare, fatti aiutare: non possiamo essere esperti in tutto!
Scrivimi e sarò felice di aiutarti con uno skype gratuito! Contattami!

Ti sono piaciute queste 2 strategie? scarica l’ebook gratuitamente con 29 strategie per il tuo business!

 


Categories: business